Types of Gold: how many Carats?

Types of Gold: How Many Carats?

In questa sezione trovi le principali informazioni riguardanti l’oro e le leghe auree che utilizziamo per creare i bracciali alla schiava.

Ma prima di tutto, sfatiamo un mito…

L’oro allo stato puro è un metallo estremamente morbido, plasmabile come il piombo, quindi inadatto a essere lavorato in oreficeria. Per questo motivo, anche i gioielli più preziosi sono realizzati con leghe di oro, la cui purezza è definita in carati.
Le leghe auree più utilizzate nel campo della gioielleria sono quelle a 9, 14 e 18 carati (rispettivamente 333, 585 e 750 millesimi di oro puro).


Diverse leghe, colori differenti

In base ai metalli impiegati, poi, si ottengono le tre colorazioni dell’oro a 18 carati, che danno vita ai bracciali INBangles:

  • L’oro giallo è composto per il 75% da oro puro, con l’aggiunta di argento e rame, entrambi a una percentuale del 12,5%.
  • L’oro bianco, invece, prevede il 25% di argento, palladio o platino.
  • Infine, l’oro rosa assume questa colorazione grazie all’aggiunta del 5% di argento e del 20% di rame.

Tutti i bracciali alla schiava in oro prevedono tre diversi modelli, che si differenziano in base ad altrettante carature: 9, 14 e 18 carati.


Timbri

I bracciali in oro INBangles sono provvisti di un timbro e una targa, come prevede la legislazione italiana. Attraverso il timbro è possibile conoscere la qualità dell’oro utilizzato e la sua provenienza. La targa, invece, serve a identificare chi ha realizzato il bracciale: nel nostro caso trovi scritto INBangles.


Il processo di rodiatura

Se i bracciali alla schiava in oro sono così belli, il merito va alla bravura dei nostri artigiani e ad alcune lavorazioni particolari, tra cui la rodiatura. Si tratta di un processo di elettrolisi che permette di rivestire l’oro con un sottile rivestimento di rodio. La rodiatura conferisce ai bracciali, specialmente alle parti in oro giallo e bianco, maggiore brillantezza e resistenza all’ossidazione.


Come conservare a lungo i bracciali in oro

La prima regola da seguire per conservare al meglio i bracciali in oro è quella di riporli sempre nei loro originari astucci. Lasciandoli a contatto con altri oggetti, infatti, il rischio di graffiarli è veramente alto. In alternativa, puoi utilizzare dei sacchetti di velluto appositamente studiati per questo scopo.
Un’altra raccomandazione, inoltre, è quella di riporre i bracciali lontano dalle fonti di calore e dai profumi, le cui sostanze possono danneggiare le parti in oro.
Dopo averli indossati, e prima di riporli in astuccio, è buona abitudine pulirli con un panno delicato. Per una pulizia completa, infine, è consigliabile immergere i bracciali in acqua e sapone neutro, strofinandoli delicatamente con uno spazzolino da denti a setole morbide.
 

Vuoi saperne di più sui bracciali alla schiava in oro? Visita la sezione con tutti i modelli disponibili, e contattaci per un preventivo!